IT / EN

21/12/2018

I nostri auguri di Natale

Evento

I nostri auguri di Natale

Anche quest'anno abbiamo voluto esprimere i nostri auguri natalizi condividendo con clienti, fornitori e collaboratori un racconto che ci stimola a dare il meglio di noi stessi, facendoci riflettere sull'anno che è stato e sull'anno nuovo che presto arriverà. 


L'ELEFANTE INCATENATO


Quand’ero piccolo adoravo il circo.

Ero attirato in particolar modo dall’elefante, l’animale preferito mio e di tanti altri bambini.

Durante lo spettacolo l’elefante faceva sfoggio di un peso, una dimensione e una forza davvero fuori dal comune ma dopo il suo numero, e fino ad un momento prima di entrare in scena, era sempre legato ad un paletto conficcato nel suolo, con una catena che gli imprigionava una delle zampe. Eppure il paletto era un minuscolo pezzo di legno piantato nel terreno soltanto per pochi centimetri e anche se la catena era grossa mi pareva ovvio che un animale del genere potesse liberarsi facilmente di quel paletto e fuggire.

Che cosa lo teneva legato? Con il passare del tempo dimenticai il mistero dell’elefante e del paletto. 

Qualche anno fa ho scoperto la risposta: l’elefante del circo non scappa perché è stato legato a un paletto simile fin da piccolo.

Chiudendo gli occhi immagino l’elefantino indifeso appena nato, legato ad un paletto che provava a spingere e tirare nel tentativo di liberarsi, ma nonostante gli sforzi non ci riusciva perché quel paletto era troppo saldo per lui e così, dopo vari tentativi, un giorno si rassegnava alla sua impotenza.

L’elefante enorme e possente che vediamo al circo non strappa la catena perché crede di non poterlo fare: in lui è impresso il ricordo dell’impotenza sperimentata da piccolo e mai più ha provato a liberarsi, mai più ha messo alla prova la sua forza. Mai più!


Siamo forti, siamo capaci, siamo preparati ma a volte agiamo anche noi come l’elefante: l’insuccesso sperimentato nel passato ci porta a rinunciare. Non proviamo più. Perdiamo la fiducia in noi stessi. Per sapere se possiamo farcela c’è un solo modo: dobbiamo avere la forza di riprovare.


BUONA VITA A TUTTI