IT / EN

FAQ

Qual è la differenza tra un prodotto congelato e uno surgelato?

La congelazione è un procedimento che avviene in un tempo abbastanza lento, che porta l’alimento ad una temperatura di -18°C nella parte più interna, provocando la formazione di macro cristalli di ghiaccio. Questo determina una certa lacerazione cellulare ma più è rapida la congelazione e meglio vengono preservate le proprietà nutritive dell’alimento. Con una corretta congelazione un alimento si preserva in buono stato per molti mesi.
La surgelazione è una congelazione ultra rapida che determina sempre la formazione di micro cristalli di ghiaccio, ma molto più piccoli rispetto al congelato, i quali preservano la struttura biologica dell’alimento e le relative valenze nutrizionali. La surgelazione è il miglior metodo di conservazione, in grado di offrire al consumatore un prodotto equivalente al fresco.
I nostri prodotti surgelati sono garanzia di qualità e sicurezza.

Come nasce un prodotto surgelato?

Il prodotto surgelato nasce innanzitutto dallo scrupoloso controllo delle materie prime utilizzate. Per assicurare un livello di eccellenza i fornitori controllano l’origine e il processo di produzione. Oggigiorno, in tutti i settori, la ricerca è molto attiva per garantire livelli qualitativi elevati, e questo processo è destinato a migliorare ulteriormente. Gli alimenti vengono analizzati costantemente per assicurare al consumatore che non vi siano tracce di residui o contaminanti che abbiano rilevanza per la sicurezza alimentare.

Come si scongela correttamente un alimento surgelato?

Sulla confezione di ogni alimento, normalmente, viene indicato il metodo di scongelazione preferibile.
Per mantenere inalterate le proprietà nutritive e preservare l’igiene dei cibi congelati e surgelati essi devono scongelare lentamente nel frigorifero; in questo modo è possibile evitare la formazione di batteri, i quali prolificano rapidamente tra i 7°C e i 60°C.
È consigliato inoltre scongelare i cibi in un contenitore, in modo che non scolino su altri cibi.
I cibi panati vanno estratti dal loro involucro e stesi su un vassoio, per evitare che si rovinino impregnandosi d’acqua.
Gli impasti crudi per pane, pasta sfoglia ecc. vanno scongelati anch’essi in frigorifero.

Si può scongelare anche sotto acqua corrente fredda purché la confezione sia impermeabile.

Perché un alimento scongelato non si può ricongelare?

Ricongelandolo si perderebbero le sue proprietà nutritive, oltre allo svilupparsi di microorganismi dannosi per la salute.

Un alimento surgelato costa di più rispetto ad un alimento fresco?

No, poiché vanno considerati vari fattori. I prodotti surgelati sono vantaggiosi in quanto immessi sul mercato già puliti e privi di scarti, si pagano in base al reale peso netto, inoltre il loro prezzo rimane pressoché invariato indipendentemente dalle possibili oscillazioni del mercato.

Cosa fare in caso di black out?

Nel caso in cui venga a mancare l’energia elettrica, il surgelato normalmente non subisce alcun danno fino a 6 ore di interruzione della corrente. L’apparecchio deve però essere in perfetta efficienza e deve restare chiuso per tutto il periodo dell’interruzione e per ulteriori 12 ore una volta tornata l’energia elettrica. Se il disservizio dura più a lungo e il prodotto si scongela completamente, questo va consumato entro 24 ore. Qualora non si conosca il momento del guasto e dunque della scongelazione totale, è preferibile non consumare il prodotto.

Cos’è la catena del freddo?

La catena del freddo è la garanzia che vengano sempre rispettati determinati intervalli di temperature durante i passaggi distributivi dei prodotti freschi, congelati e surgelati nei vari passaggi dalla produzione al consumo. Quindi a partire dallo stabilimento di produzione alle celle frigorifere, attraverso i trasporti, fino al deposito nei vari punti di vendita o di conservazione, la temperatura del prodotto viene sempre mantenuta costante. Temperatura che nei surgelati e congelati è di -18°C, nei freschi tra 0°C e +4°C.

Cosa si intende per glassatura?

In riferimento al DM delle attività produttive del 6/11/2001 e al metodo per determinare il peso sgocciolato dei prodotti alimentari ittici preconfezionati, la glassatura consiste nel ghiaccio di copertura esterno al prodotto che serve a proteggerlo durante la conservazione.

Qual è la differenza tra Origine e Provenienza?

L’origine indica il luogo in cui la materia prima è stata pescata, nata, allevata o coltivata.
La provenienza indica l’ultimo stabilimento dove il prodotto è stato confezionato, lavorato, stoccato per essere poi commercializzato.

Come vengono garantiti e certificati i prodotti alimentari per il consumatore?

Tali importanti caratteristiche vengono garantite rispettando le normative inerenti la certificazione, l’analisi, la conservazione e l’etichettatura dei prodotti commercializzati.

Cosa significano le sigle che indicate su certi prodotti ittici?

Esistono varie sigle che indicano alcune caratteristiche specifiche del prodotto. Presentiamo di seguito le più comuni. IQF (individual quick freezing): indica un procedimento di surgelazione rapida e individuale che si basa sulla formazione di piccole porzioni surgelate da combinarsi tra loro formando un prodotto il cui risultato finale è di elevata freschezza.
IWP (individually wrapped pack): significa che il prodotto è individualmente avvolto e confezionato, il che garantisce qualità, protezione e facilità di utilizzo in quanto porzionato singolarmente.
#/UP: indica che il peso in grammi dei vari prodotti contenuti in quella confezione è maggiore rispetto a quello indicato dal numero. Esempio: 1000/UP indica che ogni pesce presente nel cartone pesa oltre i 1000 gr.
P.P.: significa “peso pieno” del prodotto, senza glassatura.
Come detto, esistono molte altre sigle e classificazioni, specialmente nel settore ittico, che danno indicazioni sulla pezzatura dei pesci per il mercato internazionale.

Quali sono i vostri tempi di consegna della merce?

L’azienda Iceberg garantisce la consegna della merce entro massimo 24 ore dal momento dell’ordine. 

Come conservare al meglio la carne fresca?

La carne fresca va conservata in frigo ad una temperatura stabile compresa tra 0°e +4°C.

Come vengono scelti i vostri prodotti?

Iceberg seleziona attentamente i propri fornitori, visitando i loro stabilimenti e verificando il loro operato, richiedendo le certificazioni e le documentazioni necessarie a garantire determinati standard qualitativi.

I prodotti surgelati possono essere consumati al momento?

Esistono linee di prodotti a base di verdure o di pesce che, dopo esser stati lavati, vengono scottati in acqua o al vapore, affinché rimangano integri e pronti per essere utilizzati direttamente da surgelati. Necessitano solo di una breve cottura che normalmente viene indicata sulla confezione.
Inoltre esiste una gamma di prodotti da forno che vengono precotti e surgelati.